ZAIZEN filosofia basata sul miglioramento continuo

Il kaizen è una filosofia basata sul miglioramento continuo che coinvolge tutti i membri dell’organizzazione, dai top manager ai lavoratori di più basso livello; è il più importante elemento del successo competitivo che contraddistingue le aziende giapponesi.

Nella pratica, kaizen è un sistema per comunicare le idee tra i livelli gerarchici dell’organizzazione (“up and down”): ognuno è incoraggiato a cercare e sfruttare nuove opportunità, i flussi informativi all’interno dell’organizzazione non sono più imitati da barriere istituzionali.

L’impostazione mentale kaizen permette di capire perché e azienda giapponesi sono così esperte nel sfruttare tecnologie nuove anche se non da loro ideate. Le industrie che adottano tale filosofia non soffrono della sindrome del “not invented here”, ovvero sono disponibili a recepire gli stimoli provenienti dall’esterno e ogni idea è bene accetta. Le diverse funzioni aziendali interagiscono eliminando i confini organizzativi.


Un esempio dell’efficacia del kaizen è l’esperienza Nissan con i robots per la saldatura.Tali robots furono introdotti per la prima volta nel 1973 ed entro 10 anni permisero di ridurre il tempo di lavoro del 60% e di incrementare l’efficienza produttiva del 20%. Questi risultati furono raggiunti grazie ad una serie di programmi kaizen che migliorarono i tempi in modo graduale. Tali programmi si articolavano in un percorso a gradini: ad ogni passo seguiva un breve periodo di stabilità prima del gradino successivo, poco più in alto.

La logica kaizen è ricercare risultati non attraverso una radicale riorganizzazione o investimenti su larga scala, ma attraverso l’effetto cumulato di una successione di piccoli miglioramenti incrementali. I punti salienti della filosofia kaizen sono:

          stabilire priorità

          standardizzare

          effettuare misurazioni

          migliorare

 

Senza dettagliati e specifici standard di qualità e performance, non ci sono le basi per evolvere; ad ogni obiettivo deve essere associato un opportuno indicatore per valutare il grado di raggiungimento dello stesso.

Considerare il kaizen semplicemente come “miglioramento continuo” riduce la portata del concetto, si tratta infatti di un nuovo modo di operare che richiede un cambiamento radicale nel management, nel lavoro, nei rapporti relazionali tra manager e lavoratore, nella disciplina, nel decision making e nell’organizzazione del sapere:l’organizzazione si trasforma in una “federazione di risolutori di problemi”.

ZAIZEN filosofia basata sul miglioramento continuoultima modifica: 2010-12-14T10:47:32+01:00da rocco_didonna
Reposta per primo quest’articolo
Questa voce è stata pubblicata in ZAIZEN. Contrassegna il permalink.