Le 5 S – Una filosofia per organizzare e gestire il posto di lavoro

Gli obbiettivi della produzione snella è l’eliminazione degli sprechi. Questo è l’obiettivo della tecnica delle 5s .

 Permettetemi di spiegare come produzione snella e 5s lavorano  insieme.

Se vi chiedo che cosa è un spreco, certamente la  vostra risposta sarà “è qualcosa di utile nel posto sbagliato “. Tale definizione dà una buona indicazione circa il potere di eliminazione degli sprechi . Se teniamo presente cosa utile (per un esempio, una materia prima), nel posto giusto, in forma corretta, ciò non sarà trattato come un rifiuto o spreco .

Quindi, lean manufacturing ha l’obbligo di eliminare gli sprechi. sistema 5s è lì per aiutare la produzione snella per raggiungere questo obiettivo. Semplicemente 5s sistema troverà le cose inutili nel sistema. Allora sarà sort (Seiri) e gli articoli ordinati saranno tenuti in ordine (Seiton). Poi ci sarà un processo di pulizia regolare (Seiso). Quindi il sistema saranno standardizzati (Seiketsu). Ultimo il sistema sarà il modo di vivere (Sitsuke). Quindi, pensare a questo con la definizione degli sprechi di cui sopra. Sei l’ordinamento le cose inutili e tenerle in luogo che a cui appartengono. Così si stanno muovendo le cose da un luogo in cui avranno un valore. In questo continuo che non permette di rifiuti a comparire nel vostro sistema. Quindi, lean manufacturing 5s e lavora insieme per ottenere vantaggi in doppia singolo processo. Per prima cosa, elimina sprechi. In secondo luogo, crea valore dando agli soprechi  la posizione si richiedono.

Questa è una visione superficiale solo per la combinazione di lean manufacturing con 5 s sistema. Ma questo concetto può andare molto più in profondità in questo processo. Pensate a come è possibile utilizzare questi concetti nella gestione delle risorse umane. Ognuno ha qualcosa di speciale su di loro. Sarete in grado di capire questi talenti e li usa senza sprechi di questi talenti.

Fase 1 – Seiri: scegliere e separare
La pratica di analizzare tutti gli strumenti e i materiali presenti nell’area del lavoro e di mantenere solo quelli essenziali. Tutto il resto è immagazzinato o eliminato. Questo porta a meno rischi e meno ingombri che possono interferire con il lavoro.
Fase 2 – Seiton: sistemare e organizzare
Focalizza sulla necessità di avere un posto di lavoro ordinato. “Ordinato” significa organizzare la linea per favorire il flusso del lavoro. Strumenti ed attrezzi devono essere tenuti dove saranno utilizzati ed il processo deve essere ordinato per eliminare i movimenti non necessari.
Fase 3 – Seiso: Controllare l’ordine e la pulizia
Indica la necessità di mantenere il posto di lavoro pulito e ordinato. E’ un’attività che deve essere fatta giorno per giorno. Alla fine di ogni turno l’area di lavoro viene pulita e tutto è rimesso al proprio posto. Mantenere la pulizia e l’ordine deve essere parte del lavoro normale, non una cosa occasionale da fare quando tutto diventa troppo disordinato.
Fase 4 – Seiketsu: standardizzare e migliorare
Standardizzare le pratiche lavorative. E’ più di una pulizia standardizzata: significa operare in un modo consistente e standardizzato. Ognuno sa quali sono le proprie responsabilità. Le procedure della Produzione devono essere sempre uguali cosi se cambia qualcosa sarà ovvio. E’ qui che i controlli visivi come Kanban e Andon sono utili.
Fase 5 – Shitsuke: sostenere la disciplina
Mantenere gli standards. Una volta che le prime 4 S sono state implementate diventano il nuovo modo per operare. Bisogna mantenere il focus sul nuovo modo di operare e non permettere un declino graduale verso i vecchi modi di lavorare.

Le 5 S – Una filosofia per organizzare e gestire il posto di lavoroultima modifica: 2010-12-14T11:01:00+01:00da rocco_didonna
Reposta per primo quest’articolo
Questa voce è stata pubblicata in 5S. Contrassegna il permalink.